Neurochirurgo

testata.jpg
Dr. Caputi

La DREZ e la Paraplegia Dolorosa di Willem

La sua storia ha dell’incredibile, come riportato a suo tempo sul sito della ABC e sul sito della ARRL e della traveller world.

willem abc
La notizia sull’ABC news

Nel marzo 2000 Willem, un ragazzo di 13 anni, e la sua famiglia erano stati assaliti dai pirati al largo dell’Honduras. Durante l’attacco egli era stato colpito da un colpo di mitraglia alla colonna vertebrale ed al rene, salvandosi miracolosamente, ma con una paraplegia residua, ossia l’impossibilità a muovere le gambe.

La zona in Honduras, dove avvenne l’attacco dei pirati

Il giorno successivo venne trasportato negli USA e subì un lungo intervento per salvargli la vita e nella disperata speranza di fargli recuperare la motilità degli arti inferiori. Willem riuscì a sopravvivere, ma da allora è paraplegico e ha sviluppato quasi subito un dolore intrattabile che parte dal tronco, e va giù per gli arti inferiori.

Questa zona è indicata in rosso nella Figura n° 3 Ildolore è sempre presente con parossismi, specie quando la zona “trigger” (grilletto) è irritata anche da stimoli banali, quali il contatto con i vestiti.

L’odissea del malato

Ha provato varie terapie mediche. Al momento del ricovero assumeva Neurontin, Laroxyl Rivotril e Lioresal ad altissime dosi. In Olanda, dove vive con la Famiglia,gli specialisti Neurologi e Neurochirurghi consultati ritenevano che non ci fosse altra terapia possibile, tranne quella psichiatrica, che lui peraltro ha tentato senza successo. Jacco e Janne, i gentirori si rivolsero allora ai loro amici Americani che l’indirizzarono al Prof. Nashold in USA o al Prof. Sindou in Francia.Nashold gli fece menzione del fatto che a Roma, al S. Filippo Neri, veniva eseguito questo tipo di intervento e mi inviò la documentazione relativa.Dopo vari contatti a distanza, Willem si è finalmente ricoverato al S. Filippo Neri nell’ultima settimana di febbraio.

L’intervento e l’esito

Il 7 marzo 2003 è stato operato di DREZ lisi secondo la tecnica di Nashold, con la radiofrequenza. La colonna vertebrale, trattandosi di un giovane in accrescimento è stata riparata con particolare cura, riponendo al loro posto le parti delle vertebre rimosse per scoprire il midollo spinale.
Il dolore è scomparso già subito dopo l’intervento e ad una settimama di distanza è tornato in Olanda dove ha ripreso a giocare a tennis sulla sedia a rotelle e ad andare a scuola.
Le foto in basso mostrano il campo operatorio con la “ricostruzione” della colonna vertebrale e la lettera di dimissione. Willem sarà seguito da un punto di vista clinico, periodicamente, per verificare l’efficacia del trattamento.

Una foto del campo operatorio che mostra la ricostruzione della colonna vertebrale con placche, microviti e lamina di titanio
La lettera di dimissione di Willem dal S. Filippo Neri
L’ultimo follow-up, Willelm al centro, con i genitori ed il gatto (Capodanno 2009)
Condividi l'articolo o stampa

Altri Articoli

drez schema
DREZ per il dolore cronico intrattabile

Il dolore normalmente esprime una condizione di sofferenza temporanea dell’organismo e rappresenta perciò un segnale di allarme. In alcune condizioni però il sistema si “imballa” ossia continua ad esserci un segnale algogeno, anche dopo la guarigione del danno che ha prodotto lo stimolo. Per esempio nelle avulsioni del plesso brachiale

Leggi tutto »
Paraplegia dolorosa

La Paraplegia dolorosa consegue ad un danno midollare quasi sempre di origine traumatica. Si tratta per lo più di fratture del tratto toraco-lombare per incidenti stradali, talora per atti criminali. Il paziente ha perso in tutto o in parte l’uso delle gambe ed è costretto sulla sedia a rotelle, sempre

Leggi tutto »

Tabella dei Contenuti