Dott. Franco Caputi Neurochirurgo Roma

Diagnosi della nevralgia del trigemino

Molti dei dolori facciali sono impropriamente indicati con il nome di nevralgia del trigemino. La definizione e quindi la diagnosi può essere impropria. Si noti che V1, V2 e V3 corrispondono e sono sinonimi di prima branca, seconda branca e terza branca trigeminale.

Per poter far diagnosi di nevralgia del trigemino occorre verificare la presenza di alcuni parametri inequivocabili. Innanzitutto è da considerare la sede del dolore. Il dolore del trigemino è:

nevralgia del trigemino
La distribuzione del dolore lungo le tre branche V1-V2 e V3. Le branche, cioè l’area del viso più frequentemente interessata è V2-V3
  • da un solo lato
  • interessa di preferenza la parte media e bassa del viso
  • interessa solo raramente la parte alta del viso ed include occhio e fronte da un lato

Nonostante la nevralgia del trigemino possa essere bilaterale, cioè interessare sia la parte destra che sinistra del viso, il dolore non è mai contemporaneo dai due lati.

Il dolore si manifesta con :

  • “scariche improvvise e violente” spesso dette “elettriche” o di “corrente”
  • smorfie del viso
  • il paziente tende a proteggere il viso dolente
  • il paziente evita il contatto con la pelle dolente, al punto che non si sbarba, lava o trucca da quel lato
  • ci sono dei punti particolarmente sensibili, detti “trigger” che scatenano il dolore

Deve essere differenziato dal mal di denti, dalla cefalea emicranica, dalla cefalea vasomotoria, dalla cefalea a grappolo, dalle nevralgie facciali atipiche, dalla sindrome di Sluder, dalla nevralgia occipitale, dall’ipertensione endocranica, dalla cefalea muscolo-tensiva.

Il dolore di V2 (seconda branca) può coinvolgere il palato, quello di V3 (terza branca) può coinvolgere la lingua, ma vanno differenziate dalla sindrome del glossofaringeo.

.Una condizione dolorosa propria del trigemino è invece l’herpes zooster trigeminale che trattiamo a parte

Condividi questo articolo
 
Si noti che queste informazioni sono di carattere generale e non autorizzano ad estrarne conclusioni diagnostiche e terapeutiche. Qualsiasi caso va discusso, verificato e diagnosticato con il medico abilitato al trattamento ipotizzato. Il testo e le immagini sono coperti dal diritto d'autore. Qualora il contenuto di queste pagine venga usato per integrare altri siti si prega di riconoscerne l'origine inviandone nota @ mail all'autore e di creare un link.