Dott. Franco Caputi Neurochirurgo Roma

La spondilolistesi lombare

La spondilolistesi  lombare indica uno spostamento relativo di due corpi vertebrali e il loro disallineamento. Per questo i corpi vertebrali adiacenti si muovono in modo anomalo con sofferenza delle vertebre, delle loro superfici articolari, dei legamenti e dei muscoli ad esse connesse. La condizione di malfunzione comporta microtraumi con stress funzionale delle strutture osteo-legamentose, infiammazione e dolore. 

L’origine delle spondilolistesi lombare

La spondilolistesi può essere congenita o acquisita (degenerativa, traumatica, iatrogena, neoplastica) come nella tabella:

La spondilolistesi istmica (spondilolisi) è trattata parte

Non tutte le spondilolistesi sono sintomatiche o, peggio, creano una condizione di pericolo clinico. Ciò accade per la possibilità di un peggioramento acuto dovuto alla instabilità. Le spondilolistesi più pericolose sono ovviamente quelle traumatiche o neoplastiche. 

Classificazione delle spondilolistesi lombari

Le spondilolistesi lombari sono classificate in base al grado di spostamento relativo di una vertebra sull’altra, come dalla figura.

Le spondilolistesi più comuni sono le degenerative. Si associano sempre ad alterazioni discali ed articolari. Il paziente se ne accorge quasi sempre per il dolore o i sintomi prodotti dalla stenosi. Infatti lo scivolamento relativo di una vertebra sull’altra restringe il canale di coniugazione e può produrre restringimento del canale vertebrale (stenosi). Con la stenosi le strutture nervose (radici a livello lombare) contenute nel canale vertebrale vengono compresse ed entrano in sofferenza. Ciò comporta infiammazione, dolore e deficit e può richiedere un trattamento chirurgico.

Si crea una condizione di instabilità più o meno marcata che può rendere necessario un intervento di stabilizzazione per bloccare l’anomalia funzionale.

Condividi questo articolo
 
Si noti che queste informazioni sono di carattere generale e non autorizzano ad estrarne conclusioni diagnostiche e terapeutiche. Qualsiasi caso va discusso, verificato e diagnosticato con il medico abilitato al trattamento ipotizzato. Il testo e le immagini sono coperti dal diritto d'autore. Qualora il contenuto di queste pagine venga usato per integrare altri siti si prega di riconoscerne l'origine inviandone nota @ mail all'autore e di creare un link.