Dott. Franco Caputi Neurochirurgo Roma

Sistemi di Infusione Spinale

E’ una delle applicazioni più interessanti dell’elettronica medica.

neurostimolazioneIn pratica determina un’attivazione delle fibre del midollo spinale (cordoni posteriori) che raccolgono la sensibilità “normale” (sensazione tattile, pressoria, senso di posizione) dei segmenti corporei, inondando il sistema nervoso di impulsi letti come normali, e quindi chiudendo il cancello (teoria del “cancello” di Melzac e Wall) agli simoli dolorosi. Probabilmente si produce anche un’attivita “interferenziale” sui neuroni danneggiati delle corna posteriori del midollo spinale, depolarizzandoli e quindi evitando che scarichino impulsi anormali, percepiti come dolorosi, sul cervello.

I sistemi più recenti sono di tipo bipolare fino a quadripolari o più, con geometrie di stimolazione variabili, in modo che la corrente possa essere “indirizzata” nella zona che più probabilmente risulterà efficace per il controllo del dolore. Sul piano clinico questo corrisponde alla comparsa di parestesie. Le indicazioni principali sono il dolore neuropatico degli arti.

Condividi questo articolo

Riferimenti Scientifici:
Krames E. : Implantable devices for pain control: spinal cord stimulation and intrathecal therapies. Best Pract Res Clin Anaesthesiol. 2002 Dec;16(4):619-49
Kumar K, Toth C, Nath RK, Laing P.: Epidural spinal cord stimulation for treatment of chronic pain--some predictors of success. A 15-year experience. Surg Neurol. 1998 Aug;50 (2):110-200.
 
Si noti che queste informazioni sono di carattere generale e non autorizzano ad estrarne conclusioni diagnostiche e terapeutiche. Qualsiasi caso va discusso, verificato e diagnosticato con il medico abilitato al trattamento ipotizzato.Il testo e le immagini sono coperti dal diritto d'autore. Qualora il contenuto di queste pagine venga usato per integrare altri siti si prega di riconoscerne l'origine inviandone nota @ mail all'autore e di creare un link.