Dott. Franco Caputi Neurochirurgo Roma

Mininvasività nella Neurochirurgia cranica

Cos’è e quali i vantaggi

Il vantaggio principale della mini invasività è rappresentato dalla ridotta esposizione dei tessuti agli agenti esterni, da un ridotto rischio di infezione, da una ridotta manipolazione dei tessuti nobili e da una guarigione più pronta. Ausili indispensabili per la mini invasività sono la risonanza magnetica per una corretta pianificazione preoperatoria, il neuronavigatore, il microscopio e l’endoscopio. Naturalmente occorrono strumenti chirurgici di profilo adatto.

localizzazione

La ricostruzione con il neuronavgatore di una lesione cerebrale profonda, proiettandola sulla superficie cranica, in modo da poter visualizzare e scegliere la via di approccio più conveniente

Condividi questo articolo

Riferimenti Scientifici:
Stadie AT, Kockro RA, Reisch R, Tropine A, Boor S, Stoeter P, Perneczky A. Virtual reality system for planning minimally invasive neurosurgery. Technical note. J Neurosurg. 2008 Feb;108(2):382-94
 
Si noti che queste informazioni sono di carattere generale e non autorizzano ad estrarne conclusioni diagnostiche e terapeutiche. Qualsiasi caso va discusso, verificato e diagnosticato con il medico abilitato al trattamento ipotizzato.Il testo e le immagini sono coperti dal diritto d'autore. Qualora il contenuto di queste pagine venga usato per integrare altri siti si prega di riconoscerne l'origine inviandone nota @ mail all'autore e di creare un link.