Dott. Franco Caputi Neurochirurgo Roma

Artrosi cervicale

Peculiarità

Essa rappresenta una condizione degenerativa simile a quella che coinvolge il resto della colonna vertebrale. A questo livello l’artrosi assume delle peculiarità in quanto qui la colonna è molto mobile, contiene il midollo spinale, le radici nervose dirette agli arti superiori, le fibre nervose che danno la motilità e la sensibilità e quattro arti ed è attraversata dalle arterie vertebrali. È anche in rapporto con il plesso nervoso simpatico e con l’esofago.

Le frecce indicano le deformazioni osteofitiche ed il restringimento del canale così come appare alla TC spirale

L’artrosi

Comporta come per il resto della colonna, deformazioni ossee e legamentose. Queste deformazioni ne alterano la motilità fisiologica e creano maggiore “ingombro” rispetto alle strutture viciniori. In particolare aumentando l’ingombro delle strutture ossee e legamentose per modificazione del volume e della forma, con riduzione dello spazio proprio delle strutture nobili che attraversano la colonna: il midollo spinale, le radice spinali, l’arteria vertebrale.

Le manifestazioni

Sono manifestazioni irritative e compressive che si manifestano sia a carico delle strutture osteo-legamentose che nervose.

Per quanto riguarda le strutture osteo-legamentose, esse comportano dolore e una limitazione nei movimenti con rigidità del tratto cervicale. Infatti l’alterazione strutturale delle ossa e dei legamenti interferisce su un normale gioco articolare. Lo stress strutturale inizia un processo infiammatorio che spesso si ripercuote anche sull’arteria vertebrale con disturbi circolatori manifesti sottoforma di vertigini e, nei casi più gravi, di drop-attack. I pazientimantengono la postura rigida, hanno difficoltà a girare il collo lamenta con dolore tra le scapole e sulle spalle.

Per quanto riguarda gli effetti sulle strutture nervose, si rimanda alla scheda sull’ernia del disco e sulla spondilosi cervicale.

La cura

Quando non ci sia un coinvolgimento significativo delle strutture nervose, si richiede semplicemente un trattamento farmacologico a base di antiinfiammatori, decontratturanti ed antidolorifici. Aiutano massoterapia e semplici esercizi che coinvolgono il collo agli arti superiori. Sono da evitare carichi gravosi e posizioni di mobilità protratta del collo (per esempio davanti al computer).

Condividi questo articolo
 
Si noti che queste informazioni sono di carattere generale e non autorizzano ad estrarne conclusioni diagnostiche e terapeutiche. Qualsiasi caso va discusso, verificato e diagnosticato con il medico abilitato al trattamento ipotizzato.Il testo e le immagini sono coperti dal diritto d'autore. Qualora il contenuto di queste pagine venga usato per integrare altri siti si prega di riconoscerne l'origine inviandone nota @ mail all'autore e di creare un link.